Pensando all’estate, forse la Svizzera non è la prima destinazione che vi viene in mente. Vi capiamo, da italiani d.o.c. il primo pensiero va al mare, ma date le temperature degli ultimi giorni vi invitiamo caldamente (LOL) a riconsiderare. Di recente abbiamo trascorso 48h in Engadina e vogliamo raccontarvi com’è andata, magari vi convinceremo a organizzare il prossimo weekend in Svizzera 😉

day-1

Ci si ritrova a Tirano per la partenza, la destinazione? St. Moritz, ci arriveremo a bordo del Bernina Express! Non vi conviene arrivare con nessun altro mezzo: questo trenino tipico (e altamente tecnologico) offre il comfort di un trasporto di classe unito a una vista mozzafiato. Due ore circa di tragitto tra ghiacciai, laghi alpini, distese verdeggianti e… qualche paesello. Sì, il treno del Bernina passa proprio in centro città, è una particolarità non da poco! Tornando al nostro viaggio, dobbiamo anticiparvi che lo scopo della vacanza è relax accompagnato da buon cibo, perciò non aspettatevi una movida scatenata: per quella vi toccherà tornare in inverno. Appena arrivati a St. Moritz ci aspetta un pranzo light da Mulo’s, che mixa la cucina locale con piatti di respiro internazionale. Insomma, è adatto a tutti. Il check-in all’hotel è il passaggio successivo: vi consigliamo di “strafare” come noi e fermarvi al Kulm Hotel. Questo posto è un’istituzione, ha ospitato star internazionali, atleti, VIP locali e non – ed è facile capire perché! La vista è senza paragoni, esattamente come la prossima attività sulla nostra to-do list: la spa. Concedetevi un massaggio, vi assicuriamo che è impossibile pentirsene, poi rilassatevi un po’ nella vasca all’aperto. Anche con l’aria fresca della montagna il comfort è assicurato dall’idromassaggio in acqua riscaldata…una libidine! Il tempo di una doccia e via, arriva l’ora di cena. Il Kulm Country Club è da provare assolutamente. Punto. Scherzi a parte, qui lo chef è italiano ma il menù degno di qualsiasi super ristorante internazionale. Lasciatevi conquistare dagli abbinamenti dei piatti con i vini locali, per assaporare l’Engadina fino all’ultimo sorso. Dopo cena si torna in hotel, è ora di una bella dormita per affrontare la giornata successiva. Gute Nacht!

day-2
Il risveglio al Kulm Hotel è indescrivibile, ma lo è ancora di più la colazione doppia che vi conviene provare per credere: prima un caffè e uno snack in hotel, poi ci si sposta in pasticceria. Dovete provare l’Engadiner Torte, un mix di noci e polvere di fata (qualsiasi cosa ci sia lì dentro non è umana, possiamo dirvi questo) capace di risollevare anche il più nero degli umori. Come smaltirla? Anche se sembra un peccato, siamo pronti a ogni evenienza. Si parte per una camminata verso i boschi vicino a Pontresina, dove ci aspetta la Camerata Pontresina, un’esperienza davvero unica. Nel mezzo di questo piccolo bosco, nella pace più totale, tre musicisti eseguono ogni giorno vari brani di musica classica, allietando chi si vuole fermare tra una passeggiata e un giro in mountain-bike. Appena sentiamo di nuovo un languorino, tappa al Grand Hotel Kronenhof! Le Pavillon è la location perfetta per ammirare le montagne degustando i piatti tipici della zona, preparati secondo tradizione e brindare con un “viva!” (cin cin in zona) alle splendide giornate estive svizzere. Il Kronenhof non è soltanto votato al buon cibo, ça va sans dire, anche qui la spa è notevole, perciò si continua il relax al sole, con lo sguardo verso i monti, dove con un po’ di fortuna si potrebbe anche avvistare qualche stambecco! Se il clima non è troppo caldo, ci sono parecchi percorsi vicini al villaggio di Pontresina dove è possibile ammirare da vicino quelli che qui sono i re delle montagne e il simbolo della fauna locale. Il tempo passato divertendosi vola in fretta, ed è già ora di tornare a casa. Ripetiamo il prossimo weekend? See you there!

 

3 risposte a “48 ore in Engadina in estate: montagne, sole & spa”

altri commenti...

Parla con noi!