Mettiamoci una mano sul cuore e ammettiamolo senza remore: quando si tratta di scarpe con il tacco, il nostro guardaroba ci sembra sempre troppo vuoto, il nostro conto in banca mai in rosso e la lista dei desideri infinita. Dovremmo chiamarla ossessione? Forse. Specialmente quando si parla di scarpe con un tacco molto speciale. Le shoeaholics possono fare l’elenco di tutti quelle viste sulle passerelle delle sfilate Autunno Inverno 2016-2017: con le rouches, borchiati, di pelliccia, in velluto, con la zeppa, in legno o plexi. Ma dopo aver riguardato tutte le collezioni con la lente di ingrandimento ci siamo detti che, se proprio dobbiamo sceglierne solo un tipo, allora non abbiamo dubbi: il nostro amore incondizionato va ai tacchi scultura.

Certo, non sono una novità e li avevamo già notati nel 2005 ma, a torto, li avevamo classificati come una tendenza effimera. Una cotta passeggera, non un amore duraturo, insomma. Invece i tacchi scultura sono ancora lì e ogni giorno diventano più affascinanti e desiderabili, tentandoci con modelli semplici eppure particolarissimi. Quelli di Marni con dettagli in legno ci fanno rimanere a bocca aperta, quelli rotondi di J.W. Anderson portano l’eleganza a un livello superiore, quelli di Saint Laurent danno un nuovo significato alla parola stiletto tracciando delicatamente le iniziali del suo (vecchio) nome, i kitten heeels di Prada dimostrano che le scarpe a tacco (non esattamente) basso perfette esistono, quelli di Kenzo sono un elogio futuristico mentre quelli di Dries Van Noten accarezzano il suolo con delicatezza. Quindi lo ribadiamo: i tacchi scultura sono quello di cui avete bisogno questa stagione (e la prossima). Forse sarete così fortunati da trovarne un paio ai saldi – siate attenti e veloci: alcuni sono già disponibili a prezzi interessanti! – ma se così non fosse, compratene un paio ugualmente, vi assicuriamo che saranno iol dettaglio che farà la differenza nel vostro outfit!

 

 

9 risposte a “Strano è bello: i tacchi scultura troneggiano sulla lista dei desideri dell’inverno 2017”

altri commenti...

Parla con noi!