Visitare i luoghi più aridi del pianeta senza muoversi dalla propria poltrona? È l’esperienza che hanno fatto gli ospiti della serata che ha concluso il progetto Face The Wild|Face The Camera project, organizzato da SK-II in collaborazione con National Geographic per (di)mostrare l’efficacia della Pitera, l’ingrediente attivo che compone al 90% il Facial Essence Treatment di SK-II, nel mantenere una pelle perfettamente idratata anche nelle condizioni più estreme.

Chiara è una delle ambassador del progetto, che si è composto di due fasi: la prima, in cui ha affrontato una prova di trekking nel deserto di Anza Borrego, e la seconda, subito dopo, in cui si è fatta fotografare per mostrare che il suo volto non era stato in nessun modo danneggiato dalla prova, grazie appunto al Facial Essence Treatment di Sk-II.

Per celebrare il progetto, SK-II ha organizzato una serata-evento in Giappone, a Okinawa, durante la quale gli ospiti hanno avuto la possibilità di visitare i luoghi più aridi del mondo grazie alla realtà virtuale a 5D, che ha permesso loro di viaggiare tra deserti e giungle, mentre i più coraggiosi e i finalisti di Beauty Bound Season II hanno testato il prodotto durante delle mini avventure che hanno fatto loro comprendere quello che Kasumi Arimura, attrice giapponese e protagonista del film Face The Wild|Face The Camera Expeditio, ha affrontato nel corso delle riprese.

Tagged in:

16 risposte a “Face The Wild Face The Camera: the event”

  • I’ve always wanted to try out SK-II but it’s so expensive and once I start using it I feel like I’ll become addicted and it’ll be a battle between my makeup drawers and my wallet hahah

    http://thedianaediton.com

    Rispondi a Diana
altri commenti...

Parla con noi!