Matilda



Best of 2012

_MG_1442-copia

As a tradition, just after Christmas I start thinking about the year which is about to end. I look at my blog from the beginning of January 2012 to the last post I wrote on 30th December, shot two days ago in Milan. I think about all the things which happened in the middle, in these 12 months that make me smile and I thank for all the joys and satisfactions. 2012 was for me the year of the travels, of the major collaborations, of the video projects and of the first real editorials, but also of the TBS Crew team which got bigger and stronger.
Let’s start with the travels, which probably are the biggest reason I love my blogger work so much: in these twelve months I took 68 flights, and I’ve been for my first time in Thailand for a Club Med project, in Uganda for a Tommy Hilfiger charity project (definitely the most touching experience of 2012), in Russia for Mercedes-Benz fashionweek, in Brazil for Luiza Barcelos and in Korea for a project about my shoe collection. I had a on the road trip with some of my closest friends last summer, driving all around United States from New York to San Francisco in one month: an incredible and unforgettable experience.
I also have been to Barcelona again with Mango, to Coachella festival with DL1961, to Niece with Rolls-Royce, in Paris for Yves Saint Laurent, to London for My-Wardrobe, to New York for Victoria’s Secret and to Los Angeles for various projects including Whowhatwear and Redken. This without counting the international fashionweeks, that I followed both in February and September. Thinking about it I realized I spent around 5 months around the world, which is heaven to me. Having the chance to travel so much for business and always explore new places is a blessing for me.
2012 was the year of my first collaborations as designer: I created a capsule collection for Yamamay, best seller of the brand, and another one for Mango with Andy and Carolina, sold out in less than one week. Finding my face in the shop windows was giving me goosebumps.
In 2012 there also were the major collaborations with some of my favourite brands: among them Hugo Boss, Ermenegildo Zegna, Bottega Veneta, Yves Saint Laurent, Stefanel, Clarins, Dior, Mango and Bmw Mini, Victoria’s Secret, Louis Vuitton e Burberry, for which ad hoc videos were created.
I was one of the testimonials of the new Yves Saint Laurent Touche Eclat foundation, launched in September worldwide, and I won with Andy and Carolina, my partners in Werelse project, the Bloglovin’ Award for “blogger business of the year”.
The blog grew so much compared to the previous year: The Blonde Salad now collects around 11 million pageviews each month, with an average 300 000 pageviews a day. We got our record on 10th December, publishing my video dancing Gangnam Style in Korea.
Social media channels also grew a lot: my Facebook fanpage has more than 260 000 followers, Twitter has around 130 000 followers, my Youtube channel has more than 6 million views and my Instagram profile, opend in January 2012, now counts aroung 560 000 followers.
The Blonde Salad professional growth deserved more people in the team: in addition to me, Richi and Claire who already were part of it also Chris and Romy joined from the middle of the year. I’m the only one who writes on the blog and social networks, Richi manages all the business part of the blog and the other guys manage collaborations, my travels, communications with the brands step by step. In a few words: without my team I could maybe do one tenth compared to what I’m able to do everyday. Go Tbs Crew!
In 2012 my first editorials in some of the major international magazines also were published: I posed for Glamour Italy, Teen Vogue Usa, Elle Mexico, Vogue Greece, L’Officiel Italy, V Magazine Spain, Vogue Korea and my favourite of all of them, the last one published (that I still have to show you): 6 pages on Vogue Brasil, shot while I was in Sao Paulo.
In addition of having my personal column on A, from June 2012 I started another column on Style.it: another important path for me.
I was nominated “social shopper inspiration of the week” from Vogue.com and I collaborated with Ny Magazine and The Cut during New York fashionweek.
I started collaborating with Lifestyle Mirror, posing for a wonderful cover story and starting a cooking web series “The Blonde Chef”: next episode is coming really soon.
2012 also was the video year: in addition to play in Diego Dolcini short movie “Addiction” I also took part in Louis Vuitton and Mango videos and realized videos of most of our travels, plus a lot of other videos for collaborations with other brands, from Bmw Mini to Burberry.
My shoe collection grew for models and in numbers, and also around the world: in 2013 you’ll find Chiara Ferragni shoes in a lot of new countries, and there are lot of news I can’t wait to share. Everything is evolving in the way I’ve always dreamt for my collection. Cross your fingers for me.
My university life gave more power to my job during 2012: I gave 5 exams and I only have a few more for me to finish. Maybe 2012 could be the lucky year for me to get this law degree. Cross your fingers for me as well, starting from January ☺
My personal life? It’s sometimes hard to disconnect it from my job, but I have the luck to have people next to me who really support me and understand what I do. Richi follows me on trips more than in the past, I have friends all over the world that I sometimes can’t see for months but that I hear from almost every day: when we finally meet it’s like time stopped.
Matilda is two and a half years now: she can’t travel with us all the time but she always stays with my mum, the guys from our team or beloved friends and when we come back she’s so beautiful and full of life. She’s a joy and a real star right now: she has more than 17 000 followers on Instagram and a lot of dogs sending her love messages :D
So yes, here I am again with this end of the year post. And here I am again to write a list of next year resolutions.
A lot of you may find these lists stupid and useless, but they’ve always had a big potential for me and my dreams. I look at last year’s proposals and I realize I haven’t graduated yet and I haven’t joined the gym. But then I realize I was able to travel the world, to take part in a charity project in Uganda and enlarge my team like I wished to do one year ago. New Year’s resolutions lists never happen to their fullest, but writing them already is a first step for our everyday goals. For this new year I wish you to try to dare: from a different haircut to a new job, to a new holiday place to a new place to move. Make a resolution list and wish yourself the feeling you experience when something you only thought quietly in your head becomes real.
Thanks for another wonderful year spent together, and thanks for giving me the strenght to shout loud my dreams. May 2013 be special and unique to all of you.

Come ormai è tradizione, appena dopo Natale comincio con i miei pensieri riguardanti l’anno quasi finito. Sfoglio il blog dal primo gennaio 2012 fino all’ultimo post datato 30 Dicembre, scattato solo due giorni fa a Milano. Penso a tutto ciò che è successo nel mezzo, in questi dodici mesi che mi fanno sorridere e ringraziare col pensiero per tutte queste gioie e soddisfazioni. Il 2012 è stato per me l’anno dei viaggi, delle collaborazioni, dei progetti video e dei primi veri editoriali, ma anche del team TBS Crew, che si è ampliato e fortificato.
Iniziamo con i viaggi, che forse sono la ragione per cui amo di più il mio lavoro di blogger: in questi dodici mesi ho preso 68 aerei, e sono stata per la prima volta in Thailandia per un progetto con Club Med, in Uganda per un progetto benefico di Tommy Hilfiger (decisamente l’esperienza più toccante di questo 2012), in Russia per la Mercedes-Benz fashionweek, in Brasile insieme a Luiza Barcelos ed in Korea per un progetto riguardante la mia collezione di scarpe. Ho fatto un viaggio on the road con alcuni dei miei più cari amici questa estate, guidando per tutti gli Stati Uniti da New York a San Francisco in un mese: un’esperienza indescrivibile ed indimenticabile.
Sono poi tornata a Barcellona con Mango, a Coachella con DL1961, a Nizza con Rolls Royce, a Parigi per Yves Saint Laurent, a Londra per My-Wardrobe, a New York per Victoria’s Secret e a Los Angeles per vari progetti tra cui Whowhatwear e Redken. Tutto questo senza contare le settimane della moda, che ho seguito a Febbraio e Settembre nelle quattro capitali. Facendo un conto ho scoperto di aver passato almeno 5 mesi in giro per il mondo, che per me equivale a sentirmi in paradiso. Poter viaggiare cosi tanto per lavoro ed esplorare sempre nuovi posti è una vera benedizione per me.
Il 2012 è stato poi l’anno delle mie prime collaborazioni come designer: è uscita la mia capsule collection per Yamamay, best seller nelle vendite del brand, e quella per Mango creata insieme ad Andy e Carolina, andata sold out in meno di una settimana. Vedere la mia faccia nelle vetrine e nei cataloghi mi faceva venire la pelle d’oca dall’emozione.
Nel 2012 ci sono state anche le collaborazioni più grosse con alcuni dei mie brand preferiti: tra questi Hugo Boss, Ermenegildo Zegna, Bottega Veneta, Yves Saint Laurent, Stefanel, Clarins, Dior, Mango senza contare Bmw Mini, Victoria’s Secret, Louis Vuitton e Burberry, per cui sono stati creati video e servizi fotografici ad hoc.
Sono stata anche una delle testimonial del nuovo fondotinta Touche Eclat di Yves Saint Laurent, lanciato da Settembre nel mercato mondiale, e ho vinto insieme ad Andy e Carolina, mie partner del progetto Werelse, il Bloglovin’ Award per “blogger business of the year”.
Il blog è cresciuto tantissimo rispetto all’anno precedente: The Blonde Salad ora colleziona circa 11 milioni di pagine viste al mese, con una media di 300mila pagine viste al giorno. Il nostro record l’abbiamo avuto il 10 dicembre, con la pubblicazione del mio video di Gangnam Style in Korea.
Anche i social media sono cresciuti a dismisura: la pagina di Facebook ha superato i 260mila follower, Twitter i 130mila, il mio canale Youtube le 6 milioni di visualizzazioni ed Instagram, aperto a fine Gennaio 2012 ora conta quasi 560mila follower.
La crescita professionale di The Blonde Salad ha richiesto più persone nel team: oltre a me, Richi e Claire che già lavoravano nella mia squadra si sono aggiunti nella seconda metà dell’anno Chris e Romy. Io sono l’unica che scrive sul blog e sui canali social, Richi si occupa di tutta la parte business del blog e gli altri ragazzi gestiscono collaborazioni, viaggi, comunicazione con brand ed aziende step by step. In poche parole: senza il mio team riuscirei forse a fare un decimo di quello che faccio ogni giorno. Go Tbs Crew!
Nel 2012 sono usciti i miei primi veri redazionali su alcuni dei maggiori magazine di moda mondiali: ho posato per Glamour Italia, Teen Vogue Usa, Elle Mexico, Vogue Grecia, L’Officiel italia, V Magazine Spagna, Vogue Korea ed il mio preferito di tutti, l’ultimo uscito (che ancora vi devo mostrare per intero): 6 pagine su Vogue Brasile, scattato mentre ero a San Paolo.
Oltre ad avere un posto fisso sul settimanale A con la mia rubrica, da giugno 2012 ho iniziato un’altra mini rubrica su Style.it: un altro importante percorso.
Sono stata nominata “social shopper inspiration of the week” da Vogue.com e ho collaborato con Ny Magazine e The Cut durante la settimana della moda di New York.
Ho iniziato a collaborare con Lifestyle Mirror, posando per loro in una stupenda cover story ed iniziando una web series di cucina “The Blonde Chef”, di cui uscirà il secondo episodio a giorni.
Il 2012 è stato anche l’anno dei video: oltre ad aver girato il cortometraggio “Addiction” con Diego Dolcini, ho partecipato a video di Louis Vuitton e Mango e realizzato video di tutti i nostri viaggi più importanti, più tanti altri video ideati dal mio team e girati per la maggior parte delle volte da Senio per collaborazioni con altri brand, da Bmw Mini a Burberry.
La mia collezione di scarpe fortunatamente cresce e si amplia di modelli e di numeri, oltre che geograficamente: nel 2013 troverete le scarpe Chiara Ferragni in tantissimi altri stati, e ci sono tante novità che non vedo l’ora di mostrarvi. Tutto si sta evolvendo verso la direzione che da sempre avevo sognato per la mia collezione. Incrociate le dita per me.
La mia vita universitaria ha dato la preferenza al lavoro durante il 2012: ho dato cinque esami e me ne mancano pochi per finire. Forse il 2013 potrebbe essere l’anno fortunato per prendere questa laurea in giurisprudenza che ancora mi manca. Anche qui vi prego di incrociare le dita per me, a partire da Gennaio ☺
La mia vita personale? E’ molto difficile scollegarla del tutto dal mio lavoro, ma ho la fortuna di avere di fianco a me persone che capiscono quello che faccio, mi supportano e spingono a dare sempre del mio meglio. Richi c’è sempre e mi segue ancor più di prima nei viaggi di lavoro, ho amici in tutto il mondo che a volte non posso vedere per mesi ma che sento quasi quotidianamente: quando finalmente ci vediamo è come se il tempo non fosse passato.
Matilda ha due anni e mezzo: non sempre purtroppo può viaggiare con noi ma in quei casi è con mia mamma, con i ragazzi del nostro team o con alcuni amici fidati e la troviamo sempre più pimpante quando torniamo a prenderla. E’ una gioia per l’umore ed ormai è una vera star: ha più di 17mila follower su Instagram e tanti cagnolini che le mandano foto cucciolose ☺
Quindi si, eccomi qui con questo post di fine anno a fare un punto della situazione che a volte mi sfugge. Ed eccomi come ogni anno a scrivere una lista di buoni propositi per il 2013.
Molti di voi troveranno queste liste stupide ed inutili, eppure hanno sempre avuto un grande potenziale per me ed i miei desideri. Guardo i propositi dell’anno scorso e mi rendo conto che non mi sono ancora laureata, o che non mi sono ancora iscritta in palestra. Ma poi mi rendo conto che sono riuscita a viaggiare per il mondo, a prendere parte ad un progetto benefico in Uganda e ad allargare il mio team di lavoro come avevo sperato di fare per quest’anno. Le liste di buoni propositi mai si avverano per intero, ma già scriverle è un primo passo per quelli che sono i veri obiettivi del nostro quotidiano. Per questo nuovo anno vi auguro di provare a rischiare: da un taglio di capelli ad un nuovo lavoro, da una nuova meta per le vacanze ad una nuova destinazione in cui stabilirsi. Fatevi una lista di propositi e augurate a voi stessi quella sensazione di soddisfazione che si prova quando succede qualcosa per cui avevate creduto solo a voce bassa.
Grazie per un altro splendido anno passato insieme, e per avermi dato la forza di urlare a squarciagola tutti i miei sogni. Che il 2013 sia un anno speciale ed unico per tutti voi.

Continue reading

You might also like:

292 Comments

The sequined dress

_MG_0291-copia

Christmas: we’re almost ready. Have you finished preparing your gifts and are you ready for a lot of food and some quality time with your beloved ones?
During Christmas time I usually wear two kind of looks: the extremely casual ones and the more chic ones for the parties at night, like the one I’m wearing in this post. The dress is among my favourites, by Nenette: I adore Its not too tight shape and the fact It screams sequins, to shine during these holidays. Cool in its simplicity, the way I like it.
The choice for the shoes was very obvious: could they not be red?
And yes, since some of you noticed: I cut my hair a bit during my last day in Los Angeles one week ago, for my Redken photoshoot. I’ve always loved them long but lately I prefer having them shorter (and in health).
Merry Christmas’ Eve beauties!

Natale: quasi ci siamo. Avete finito di impacchettare i regali e siete pronti per le abbuffate e per un po’ di “quality time” con la vostra famiglia?
Durante le feste di Natale di solito sono due i tipi di look che indosso: quelli estremamente casual e quelli più chic per le feste serali, come quello che indosso in questo post. Il vestito è uno dei miei preferiti, di Nenette: adoro la sua forma non troppo aderente e il fatto che sia ricoperto di paillettes, per scintillare durante queste feste. Ricercato nella sua semplicità, come piace a me.
La scelta della scarpa è stata molto ovvia: potevano forse non essere rosse?
E si, visto che alcuni l’hanno notato: ho tagliato e scalato un po’ i capelli l’ultimo giorno a Los Angeles settimana scorsa, per il mio servizio per Redken. Li ho sempre amati lunghi ma ultimamente tendo a preferirli più corti (e decisamente più sani).
Buona vigilia dolcezze :)

Continue reading

You might also like:

228 Comments

Chiara Ferragni for Victoria’s Secret: Blogger Buzz

44754_10151318860519090_285678373_n-copia

Are you ready for Christmas holidays? Victoria’s Secret asked me to collaborate on their fanpage for the “Blogger Buzz” section this month and so, here I am. I chose three different pieces which will be a must in my Christmas holidays with family and friends, in the city but also at the mountains: a maxi sweater which is easy to be worn in different ways, a satin pijama and a knit dress. You can discover the other photos and my advice about how to wear them here!

Siete pronti per le feste di Natale? Victoria’s Secret mi ha chiesto di collaborare alla loro fanpage per la sezione Blogger Buzz proprio a riguardo delle imminenti festività. Ho scelto tre capi che saranno must di queste mie vacanze natalizie con famiglia ed amici, a casa ed in montagna: un maxi maglione che può essere indossato in modi diversi, il pigiama con la classica fantasia del brand ed un vestitino in maglia. Scoprite qui le altre foto ed i miei consigli per come indossarli!

Continue reading

You might also like:

164 Comments

Seoul: Instagram diary

2c67f5e83b3711e2ada222000a9f3cf6_7

Photo reportage of my week in Seoul: when I wasn’t shooting with my camera I was doing it with my iphone for Instagram. Follow me @Chiaraferragni !

Reportage fotografico della mia settimana a Seoul: quando non scattavo con la macchina fotografica lo facevo con il mio Iphone per Instagram. Seguitemi @Chiaraferragni !

Continue reading

You might also like:

125 Comments