Buon compleanno, Jeremy Scott! Sapete cosa dicono di lui i fashion insider? “È l’Andy Warhol del Fashion!” “È l’ultimo ribelle della moda!” Addirittura Karl Lagerfeld, di lui, avrebbe detto: “È lui l’unico stilista che potrebbe dirigere Chanel dopo che me se ne sarò andato”.

 

gettyimages-163327040

Jeremy Scott, Karl Lagerfeld and Hedi Slimane all’apertura di Fendi in Rue Francois a Paris nel 2001

 

43 anni, di Kansas City, Missouri, Jeremy si trasferì giovanissimo a Parigi con il sogno di lavorare in una grande maison di moda, ma finì a dormire nella metro! Però nessuno può sfuggire al suo destino! Trovandosi le porte del fashion system chiuse, Jeremy decide di fondare da solo il suo brand. È in un bar di Parigi che nel 1997 organizza il suo primo fashion show. I capi erano realizzati con materiali di riciclo e camici da ospedale, ma la collezione era così geniale che Colette decise di esibirla nelle sue vetrine.

 

Due stagioni, dopo il boom. La collezione total white di Jeremy rapisce Björk che se ne innamora al punto tale da chiede al designer di firmare tutti gli abiti del suo tour.

 

Da lì è un’escalation di successi. Jeremy oggi veste tutte le cantanti che avete nella vostra playlist preferita di Spotyfy, da Katy Perry a Madonna passando per Nicki Minaj a Lady Gaga. Con Adidas ha disegnato alcune delle sneakers più iconiche del nostro tempo (come dimenticare quelle con le ali o a forma di peluche?) e dal 2013 è creative director di Moschino.

 

adidas

Adidas x Jeremy Scott

 

Stagione dopo stagione Jeremy Scott continua a sorprenderci con le sue idee stravaganti e geniali allo stesso tempo, con i suoi colori e con le sue stampe pop.

 

Jeremy Scott è il designer della gente, ed è proprio così che si intitola il documentario dedicato alla sua storia: Jeremy Scott: The People’s Designer, una pellicola imperdibile se siete appassionati di moda, cercatela su Netflix!

 

 

altri commenti...