Fashion - February 25, 2021

Max Mara e Prada FW 21/22: Due Modi DIversi Di Affrontare La Stessa Realtà

Secondo giorno di fashion week e altre novità in arrivo. É la volta di Prada e Max Mara che, icone del ready-to-wear milanese non hanno di certo deluso i propri fedeli. Per Max Mara questa è una fashion week più sentita del solito, e nonostante le restrizioni che l’hanno voluta digitale, la celebrazione è stata degna del suo settantesimo anniversario! L’approccio del brand che ha lanciato il teddy coat è senza dubbio una rivisitazione dei codici che lo hanno reso celebre; i capi più iconici sfilano marchiati da un’indimenticabile 1951 impresso in stile retrò su capispalla e pullover. Prada invece prende il presente di petto e mescola i linguaggi di Miuccia e Raf Simons in un’ottica ancora nuova e sorprendente. 

MAX MARA FW 21/22

Stile britannico e attitude milanese si fondono nei capi che vestono la donna Max Mara per il prossimo Autunno/Inverno. Come una regina, che incarna perfettamente i codici stilistici della monarchia inglese, la musa Max Mara sfila indossando i capi della cosiddetta Anniversary Collection, dal sapore autentico e a tratti incredibilmente eccentrico. Catturano lo sguardo i nuovi bomber oversize e le giacche “thornproof” in alpaca morbidissima e tasche utility, nei toni iconici del cammello, nero e la new entry in verde oliva. Abbinati ai capispalla ci sono kilt, da indossare con calze spesse e scarpe stringate, maglioni oversize, pencil skirt con frange e mantelle. Impeccabili i tailleur in tattersall a scacchi, i tartan grafici, le toppe in velluto e gli eleganti jabot in organza. Tra i pattern inediti c’è sicuramente il tartan, tipicamente scozzese, ingentilito dagli accessori come i foulard che avvolgono delicatamente il capo, così come Lady Diana avrebbe fatto. 

PRADA FW 21/22

la libertà del corpo e la sua energia, sono per Prada le fonti di ispirazione di questa nuova collezione Autunno/Inverno. Lo stile in generale gioca con forme aderenti ma incredibilmente confortevoli, che seguono sinuosamente la silhouette del corpo garantendone il movimento. Sono protagonisti i “long johns” aderenti e in maglia jacquard che sostituiscono la pelle nuda. Gli abiti sono animati da pieghe e arricciature, mentre i tailleur sartoriali si destrutturano lasciando intravedere il corpo, senza più vincoli. La funzionalità e il pragmatismo sono i vademecum della proposta Prada, che abbandona l’ovvio e il consueto, trasformando i suoi linguaggi essenziali. Gli abiti da sera diventano pratiche tute e i cappotti sartoriali si vestono di colori vivaci, paillettes e inserti in faux fur. La palette di colori si distacca da quella che tipicamente si sta osservando per la prossima stagione, abbandona i beige per omaggiare i colori iconici della maison come il nero, il giallo e il viola. Un nuovo comfort fatto di materiali come il re-nylon, simbolo di Prada, e il Jacquard in una nuova simbiosi che invoca protezione e grazia. 

Top 5
Nameless Festival 2024: l’inizio della stagione dei festival estivi in Italia
I festival estivi, si sa, rappresentano una parte fondamentale della cultura italiana. Non sono solo eventi musicali, ma veri e […]
The Attico: ecco svelata la collezione Neapolis
The Attico, il brand italiano fondato da Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini, ha recentemente svelato la sua attesissima collezione Fall […]
Becoming Karl Lagerfeld: ecco perché guardare la serie dedicata al designer
Karl Lagerfeld, il visionario designer e Kaiser del fashion system, è scomparso nel 2019 – dopo aver scritto ben quattro […]
Aspettando Jacquemus a Capri: i best look delle migliori collezioni
L’evento è programmato per oggi, 10 giugno, a Casa Malaparte, la villa modernista italiana che appare nel film “Il disprezzo” […]
Le migliori mini gonne per la Primavera/Estate 2024
  Con l’arrivo della Primavera/Estate 2024, un’icona del fashion system fa (così come ogni anno) il suo trionfale ritorno: la […]
Non ci sono contenuti in archivio da mostrare