Beauty - October 4, 2019

TBS MEETS: HECTOR ESPINAL, LA MENTE CREATIVA DEI MAKE-UP DI RIHANNA

Nativo New Yorkese ma fiero Dominicano, Hector Espinal è un’esplosione di vitalità e passione. È il make-up artist di Rihanna e, ovviamente, una delle menti creative di Fenty Beauty. Crede fortemente nel potere del make-up nel far sentire le donne in potere di conquistare il mondo e ha preso parte con fierezza alla rivoluzione iniziata da Fenty Beauty nel dare a tutte le donne, indifferentemente dal colore della pelle, la possibilità di usare il make-up come strumento di forza e coraggio. Volete conoscerlo meglio? Leggete la nostra intervista! 

TBS: Come hai iniziato ad appassionarti al make-up? Che importanza dai al potere che ha di far credere le donne in se stesse?

HECTOR ESPINAL: Ho iniziato ad appassionarmi al make-up nel 2009 come Sephora PRO e non ne sapevo molto all’epoca ma sentivo fortemente l’impatto che esso aveva sulle donne. È proprio in quel momento che ho iniziato a fare del make-up la mia passione perché ho capito quanto faccia sentire le donne sexy e sicure di sé a prescindere dalla taglia, cultura o colore della pelle…ed è qualcosa di meraviglioso

TBS: Sei un fiero dominicano ma nativo di New York: questo mix ha influenzato il tuo stile di make-up?

HECTOR ESPINAL: Sono molto fiero di essere metà Dominicano e metà Newyorkese! Le donne dominicane sono molto forti proprio come le italiane, si prendono cura della casa rimanendo pur sempre bellissime; sono sexy, indossano il rossetto ogni giorno. Questo è esattamente ciò su cui baso il mio make-up: fare sentire le donne sexy. Dall’altro lato, le donne di New York sono libere, a New York sei libero di fare ciò che vuoi quando vuoi e lo stesso può essere fatto con il make-up. Fare make-up vuol dire divertirsi, se un giorno ci si vuole mettere l’eyeliner oppure il rossetto non devono esserci regole su ciò che si può o non si può fare. Io ho incentrato il mio stile su questo: essere sexy ma senza regole.

TBS: Quali o chi sono le tue fonti di ispirazione (ad eccezione di Rihanna ovviamente!)?

HECTOR ESPINAL: Le mie fonti di ispirazione sono mia madre e mia nonna. Mia nonna ha 80 anni e non uscirebbe mai di casa senza fondotinta, eyeliner e…rossetto! Indossa sempre un rossetto rosa o rosso fuoco. Poi c’è mia madre, lei è il mio universo e si trucca ogni giorno, due volte al giorno. É una donna bellissima, forte, indipendente; mi ha fatto da mamma e da papà e nonostante ciò è ancora favolosa!

TBS: Hai iniziato come Sephora PRO, come sei passato a Fenty Beauty e dove ti vedi in futuro? Hai in programma di lanciare una tua linea?

HECTOR ESPINAL: Molte persone mi chiedono dove mi veda in futuro, ma penso che ad oggi sia felice dove mi trovo, sono parte di un movimento come quello di Fenty Beauty che ha cambiato per sempre il business del make-up e ancora stiamo crescendo. Sono felice così! In futuro non so se farò qualcosa di mio per quanto riguarda il make-up ma forse farò qualcos’altro come un coffee table book o dei profumi, che adoro…mmh non saprei ma ora so che sono molto felice.

Top 5
Paris Fashion Week: la collezione uomo Primavera/Estate 2025 di Louis Vuitton
  Nella cornice suggestiva del Palazzo dell’UNESCO a Parigi, Louis Vuitton ha presentato la sua ultima collezione uomo per la […]
La prima collezione di Alessandro Michele per Valentino
Il fashion system è letteralmente in fermento dopo la presentazione della Pre-collezione Primavera-Estate 2025 di Valentino, firmata dal nuovo direttore […]
Nameless Festival 2024: l’inizio della stagione dei festival estivi in Italia
I festival estivi, si sa, rappresentano una parte fondamentale della cultura italiana. Non sono solo eventi musicali, ma veri e […]
The Attico: ecco svelata la collezione Neapolis
The Attico, il brand italiano fondato da Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini, ha recentemente svelato la sua attesissima collezione Fall […]
Becoming Karl Lagerfeld: ecco perché guardare la serie dedicata al designer
Karl Lagerfeld, il visionario designer e Kaiser del fashion system, è scomparso nel 2019 – dopo aver scritto ben quattro […]
Non ci sono contenuti in archivio da mostrare