Lifestyle - November 3, 2022

Anne Hathaway lancia una proposta per Il Diavolo veste Prada 2

Non importa quante volte l’abbiamo effettivamente visto, Il Diavolo veste Prada rimane uno di quei film che vedremo una volta ancora. La pellicola del 2006 diretta da David Frankel è stato il vero successo Anne Hathaway (l’Oscar è arrivato per Les Miserables nel 2012) ma nonostante questo l’attrice non si dice molto convinta di tornare per un eventuale sequel. Durante un’intervista a The View, alla Hathaway è stato chiesto cosa pensasse di un eventuale “Il Diavolo veste Prada 2” e la risposta è stata “Allettante da realizzare, ma anche probabilmente non possibile, considerando quanto la stampa e il mondo dell’editoria siano cambiati dall’uscita del film originale nel 2006”. Anne Hathaway ha anche aggiunto: “Non so se sia possibile, penso solo che quel film fosse in un’epoca diversa. Ora tutto è diventato così digitale e quel film era incentrato sul concetto di produzione di un oggetto fisico. Ora è molto diverso”.

 







 

“È allettante pensare che Andy (Hathaway) ed Emily (Emily Blunt) debbano portare il caffè a Miranda (Meryl Streep), che si trova da qualche parte in Europa e che poi, lungo la strada, vadano a prendere Stanley Tucci in Italia, che si trova in un ristorante. È allettante, ma non credo che succederà. Potrebbero rilanciarlo con un remake e trovare nuove persone e farlo”.

Il Diavolo veste Prada ha guadagnato 326 milioni di dollari in tutto il mondo e ha fatto ottenere alla Streep, l’iconica Miranda Priestley, una nomination all’Oscar come miglior attrice. Proprio recentemente la Hathaway era tornata a parlare del film originale ma per spegnere il dibattito nato sul fatto che Nate, il fidanzato di Andy interpretato da Adrian Grenier, fosse il vero cattivo del film. “No, mi dispiace, non è così”, ha detto la Hathaway a Watch What Happens Live “Penso che entrambi fossero molto giovani e stessero capendo le cose, e lui si è comportato come un monello, ma anche io mi sono comportata come una monella a vent’anni e spero di esserne uscita e penso che sia quello che facciamo tutti. Non vorrei essere definito dal mio momento peggiore a vent’anni, certamente, quindi non considero Nate un cattivo in realtà”.

 

 

Top 5
Scopri la nuova collezione ‘Gucci Lido’ che omaggia la stagione estiva
L’estate, si sa, è una stagione profondamente legata al racconto della bellezza, della libertà e dell’euforia. È il momento in […]
Louis Vuitton e La Rinascente: prosegue il racconto tra storia e innovazione a Milano
  Nel cuore pulsante della Milano glamour, la rinomata Maison di moda francese Louis Vuitton continua il suo racconto all’unisono […]
La rivoluzione del glamour: Mango x Victoria Beckham
  In un affascinante connubio tra lusso classico e stile senza tempo, Mango, uno tra i giganti europei del suo […]
Le Spice Girls riunite per il 50° compleanno di Victoria Beckham: che sia la preview di un possibile ritorno?
Proprio così, in occasione del 50° compleanno dell’iconica Victoria Beckham in quel di London le Spice Girls si sono riunite […]
Le novità di Zucchetti al Salone del Bagno 2024
Il design, si sa, con la sua incredibile capacità nel saper trasformare concetti astratti in forme tangibili, si erge come […]
Non ci sono contenuti in archivio da mostrare