Lifestyle - March 16, 2021

Le App Per La Sicurezza Delle Donne Da Scaricare ASAP 

Scrivimi quando arrivi a casa” è quello che ci sentiamo dire da sempre da mamma, papà, sorelle e amiche dopo una serata fuori e che, forse sopravvalutando il genere umano, prendiamo sempre un po’ sotto gamba. La vicenda di Sarah Everard, la ragazza uccisa a Londra mentre rientrava da sola verso casa dopo una serata con gli amici, ha scosso le coscienze di tutte noi, che quel messaggio appena arrivate a casa ci dimentichiamo sempre di mandarlo. Uno shock che ha fatto riflettere qualsiasi ragazza abituata, come normale dovrebbe essere, a rientrare a casa la sera da sola; uno shock che ha fatto nuovamente ribaltare le carte sulla sicurezza delle donne nelle grandi e piccole città. Dopo il tragico caso di Sarah, infatti, è emerso da un’indagine condotta da UN Women UK, che 7 ragazze su 10 hanno subito una molestia in un luogo pubblico. Il dato è sconcertante, ma forse basta ripercorrere alcune delle serate di tutte noi per renderci conto di quanto, purtroppo, veri e reali siano questi dati. Ebbene sì perché, come sempre, bisogna aspettare che sia il peggio a succedere per far scattare l’allarme vero? Perché dovrebbero considerarsi convenzionali il fischio, le parole sussurrate per strada e le avance quando queste non sono assolutamente richieste? La conclusione più triste di tutto ciò, forse, è che gesti come questi in un mondo fatto di persone che rispettano il genere femminile, dovrebbero essere considerati rituali di corteggiamento di cui poter essere anche lusingate, se non fosse che di corteggiamento non si tratta mai e, purtroppo, nemmeno di rispetto. Sembra quasi ridicolo dover chiedere agli uomini, e soprattutto alle loro madri, di lavorare duramente affinché la cultura e l’educazione inizi finalmente a cambiare, affinché non esistano più donne che rischiano la vita per condurre nel 2021 la quotidianità che ogni uomo con la più grande tranquillità conduce, ma in attesa che questo accada non ci resta che correre ai ripari. Dopo lo spray al peperoncino e le chiavi di casa usate come armi per potersi difendere, è la tecnologia a correre in soccorso di noi donne. Nelle ultime settimane sono tantissime le app sicurezza scaricabili sui nostri telefoni, oltre che la funzione SOS di Iphone, per cercare di mettersi in salvo e avvertire la polizia senza farsi scoprire quando ci capita di essere coinvolte in situazioni pericolose. Abbiamo selezionato le migliori per voi amiche, non abbiate paura di usarle e, soprattutto, quel messaggio imparate a mandarlo, perché anche il gesto più scontato del mondo come tornare a casa è a quanto pare messo a repentaglio dalla società nella quale viviamo. Always with you! 

Siamo Sicure! (In restyling)

Italiana e scaricabile gratuitamente dall’App Store e dal Google Play Market, Siamo Sicure! è un app dotata di 3 pulsanti: quello rosso fa partire un suono ad alto volume precedentemente selezionato in grado di attirare l’attenzione di chi ci sta intorno, quello azzurro a partire una chiamata al numero di emergenza prescelto e quello arancione manda un sms con richiesta di aiuto. 

SecurWoman

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @securwoman

Scaricabile anch’essa gratuitamente da App Store e Google Play Market, SecurWoman tiene la donna in contatto 24/7 con un centro operativo, e si attiva solo scuotendo lo smartphone. Partirà così immediatamente una chiamata che permetterà al centro operativo di localizzare l’utente e allertare le forze dell’ordine. 

bSafe

É un App per la sicurezza con diverse funzionalità: permette agli amici selezionati di seguirci via GPS, attivare una telefonata finta in caso di necessità, segnalare la posizione e avvertire le persone selezionate precedentemente in caso di emergenza. Vi è inoltre un bottone SOS che sarà partire una registrazione audio e video di ciò che sta accadendo. 

Parachute e Sekura

Parachute e Sekura sono due app molto simili e assolutamente utili. Entrambe hanno delle funzioni che consentono di avviare una chiamata finta, far suonare un allarme, inviare in automatico un messaggio di emergenza e allertare le forza dell’ordine. Parachute, inoltre, come bSafe registra audio e video ciò che sta accadendo inviando direttamente ai contatti prescelti la registrazione. 

what3words

É una app di geolocalizzazione che aiuta ad individuare località molto precise. A ogni quadrato di 3m è stata assegnata una combinazione di 3 semplici parole: un indirizzo univoco con cui puoi individuare, condividere e raggiungere qualsiasi luogo con estrema precisione. Gli indirizzi di tre parole ti permettono di venire localizzato precisamente dai servizi di emergenze ovunque tu sia.

Top 5
I look più belli del Festival di Cannes 2024
Benvenuti nel sfavillante immaginario del Festival di Cannes, dove il cinema si mescola con la moda e lo stile diventa […]
Scopri il nuovo iPad Air: più potente, versatile e green
Apple apre le porte al racconto di un’altra rivoluzione nel mondo della tecnologia con il suo ultimo annuncio. Parliamo del […]
Scopri la prima collezione Cruise di Sabato De Sarno per Gucci
\i“Esplorare una direzione creativa significa entrare in uno spazio pre-esistente e farlo vedere attraverso i tuoi occhi, passando di sala […]
La nuova campagna di Missoni con Irina Shayk
L’iconica modella Irina Shayk, regina indiscussa delle passerelle globali, domina – ancora una volta – il fashion system grazie all’incredibile […]
Scopri i fondotinta migliori del momento per un make-up impeccabile
Il fondotinta, si sa, non è solo un prodotto cosmetico; è un alleato che ci permette di esprimere la nostra […]
Non ci sono contenuti in archivio da mostrare