Lifestyle , TBS crush - June 28, 2017

Woman Crush Wednesday: Zoe Lister-Jones

“In questa società in cui tutti sono bravi a parlare, c’è bisogno di fatti”, ha dichiarato Zoe Lister-Jones in una recente intervista. Una frase che ha indubbiamente anche un valore politico importante, e che ha anticipato il grande progetto della nostra WCW della settimana, che ha recentemente debuttato come regista con il film Band Aid, che ha una caratteristica davvero particolare, come scoprirete leggendo.

Zoe è nata 34 anni fa a Brooklyn, e grazie anche all’appoggio fondamentale dei suoi genitori inizia molto presto ad affacciarsi al mondo dello spettacolo. La Lister-Jones ha quindi iniziato come attrice e da allora non ha più smesso (anche se la sua passione per la musica non l’ha mai messa da parte, suonando benissimo la chitarra e cantando piuttosto bene!), recitando in tanti film e telefim che l’hanno resa celebre al pubblico, come Law & Order e New Girl. Ma come spesso accade quando si fa una cosa per molto tempo, si ha bisogno di nuovi stimoli, di nuove sfide. E proprio per questo motivo Zoe si è prima cimentata come sceneggiatrice in alcuni film di poco rilievo, e poi finalmente ha fatto il grande passo, tentare di dirigere un film.

Certo, il fatto che la Zoe sia diventata una regista è assolutamente una novità, che tra le altre cose ha incuriosito tutto il mondo del cinema, ma la vera svolta che tutti i giornali hanno ripreso, sta nella decisione di assumere uno staff di sole donne. Mi spiego meglio: la nostra WCW ha deciso di radunare una crew di sole professioniste femminili, che lavorassero dietro le quinte occupandosi di tutto, dall’audio alle riprese. Con questa decisione la neo regista, oltre a dimostrare al mondo intero che le donne sono perfettamente in grado di svolgere anche i compiti più pratici e manuali, vuole anche dare un messaggio “rosa”, denunciando il fatto che ancora oggi le donne vengono discriminate nel lavoro.

Questo progetto è un motivo di orgoglio per Zoe non solo per questa decisione, ma anche per la trama, di cui è anche autrice. Band Aid narra infatti della storia di una coppia, Anna e Ben, che dopo tanti anni di vita insieme attraversa un periodo un po’ turbolento in cui litigano di continuo. Finché ad Anna viene in mente un’idea geniale: perché non trasformiamo i nostri battibecchi in canzoni? E così i coniugi danno vita a un gruppo musicale. Come andrà a finire? Per scoprirlo dovete guardare il film, e vi invitiamo a farlo anche solo per supportare questo progetto tutto al femminile!

P.s. Se vi state poi chiedendo se questa donna così tanto impegnata e di successo abbia un partner, sappiate che la risposta è sì! Zoe è sposata con il suo collega Daryl Wein dal 2013. Un uomo fortunato, non trovate?

 




















Top 5
Nameless Festival 2024: l’inizio della stagione dei festival estivi in Italia
I festival estivi, si sa, rappresentano una parte fondamentale della cultura italiana. Non sono solo eventi musicali, ma veri e […]
The Attico: ecco svelata la collezione Neapolis
The Attico, il brand italiano fondato da Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini, ha recentemente svelato la sua attesissima collezione Fall […]
Becoming Karl Lagerfeld: ecco perché guardare la serie dedicata al designer
Karl Lagerfeld, il visionario designer e Kaiser del fashion system, è scomparso nel 2019 – dopo aver scritto ben quattro […]
Aspettando Jacquemus a Capri: i best look delle migliori collezioni
L’evento è programmato per oggi, 10 giugno, a Casa Malaparte, la villa modernista italiana che appare nel film “Il disprezzo” […]
Le migliori mini gonne per la Primavera/Estate 2024
  Con l’arrivo della Primavera/Estate 2024, un’icona del fashion system fa (così come ogni anno) il suo trionfale ritorno: la […]
Non ci sono contenuti in archivio da mostrare