Hair&Nails , Lifestyle - June 28, 2017

Missione Raperonzolo: come far crescere i capelli in fretta

Con quanta invidia guardate il cartone animato Raperonzolo? Personalmente, è diventata un’ossessione, passo giorno e notte a pensare come far crescere i capelli, è diventato più forte di me. Se anche per voi la crescita della chioma è diventata una vocazione, anzi una missione, vi conviene continuare a leggere. Ecco a voi la guida definitiva a come far crescere i capelli “più in fretta”. Partiamo dalle basi, quel “più in fretta” non è tra virgolette a caso. La crescita dei capelli è una cosa molto soggettiva e richiede tempo. Alcune di noi sono benedette da dei follicoli pazzi che producono cheratina a iosa, altre sono dotate di amichetti più pigri, ma chi va piano andrà comunque lontano se si arma di tanta pazienza. La chiave di tutto il procedimento sta nella routine, perché far crescere le chiome non avviene magicamente in una notte (in fondo anche a Raperonzolo poi non ricrescono…). Iniziate dal correggere le abitudini che potrebbero essere dannose, vedrete immediatamente una differenza nella qualità dei vostri capelli.

dentro-la-doccia

Non dimenticate MAI il balsamo, che va applicato religiosamente e integrato con una bella maschera nutriente almeno una volta la settimana. Evitate gli shampoo troppo aggressivi, optando per quelli super idratanti e cercando di non lavare i capelli proprio tutti i giorni. Eliminando lo sporco sulla cute, lo shampoo porta via anche gli olii che naturalmente andrebbero a nutrire le fibre. Quando uscite dalla doccia, evitate di arrotolare l’asciugamano troppo stretto intorno alla testa: potrebbe causare la rottura di molti capelli, anche se a prima vista non ve ne accorgete!

fuori-dalla-doccia

Pettinate la chioma come se fosse il vostro vello d’oro, in maniera molto delicata e con gli strumenti adatti. Tutti vogliamo evitare i nodi, ma non bisogna stressare i capelli che vogliamo far crescere. La regola vale anche per phon e piastra: meno li userete e meno stress causerete ai vostri preziosissimi tesori. Ci sono poi altri tre elementi a cui fare attenzione. Il primo è l’elastico: legarli non fa molto bene, perciò cercate di farlo di meno e di spostare il punto in cui posizionate la coda o lo chignon. Questo eviterà dei “pattern” di rottura delle fibre che a lungo andare potrebbero diventare evidenti. Il secondo è il cuscino, o meglio, la federa. Se volete fare della missione Raperonzolo una cosa seria, dovreste acquistarne una in seta. I capelli ringrazieranno. Last but not least, inserite nella routine dei prodotti adatti alla crescita delle chiome, ormai ci sono moltissimi sieri che promettono di aiutare in questa sfida. Ne basteranno poche gocce la mattina oppure prima di andare a dormire, con un bel massaggio alla testa, che non fa mai male.

varie-ed-eventuali

Anche se non esistono prove scientifiche che questa pratica aiuti l’effettiva crescita dei capelli, tagliarli (di poco!) ogni tanto è un’ottima idea. Questo piccolo gesto aiuta a evitare le doppie punte, segnale che il capello sta perdendo in salute e che probabilmente si spezzerà prima di poter crescere di molto. Siamo arrivati all’ultimo consiglio: fate un po’ di ricerca e prendete in considerazione l’idea di farvi aiutare da degli integratori. Se per caso la vostra dieta è carente delle vitamine di cui i capelli hanno bisogno, vi riusciranno a dare una mano. Dall’oracolo delle chiome è tutto, a voi la linea. Buona fortuna nella missione Raperonzolo, che la forza sia con voi!
























































Top 5
The Attico: ecco svelata la collezione Neapolis
The Attico, il brand italiano fondato da Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini, ha recentemente svelato la sua attesissima collezione Fall […]
Becoming Karl Lagerfeld: ecco perché guardare la serie dedicata al designer
Karl Lagerfeld, il visionario designer e Kaiser del fashion system, è scomparso nel 2019 – dopo aver scritto ben quattro […]
Aspettando Jacquemus a Capri: i best look delle migliori collezioni
L’evento è programmato per oggi, 10 giugno, a Casa Malaparte, la villa modernista italiana che appare nel film “Il disprezzo” […]
Le migliori mini gonne per la Primavera/Estate 2024
  Con l’arrivo della Primavera/Estate 2024, un’icona del fashion system fa (così come ogni anno) il suo trionfale ritorno: la […]
Virginie Viard lascia la direzione creativa di Chanel
  Il mondo della moda si prepara a raccontare un nuovo capitolo, con l’annuncio dell’addio di Virginie Viard da Chanel. […]
Non ci sono contenuti in archivio da mostrare