Fashion - July 17, 2020

L’amour: Una Poesia Di Simon Porte Jacquemus

 “Ciò che è così bello di L’Amour è il modo in cui può resistere – a volte anche diventare più forte – in assenza di persone che stanno insieme” pochi poetici versi introducono la collezione Spring/Summer 2021 di Jacquemus, in un’ode inedita alla genuinità dei sentimenti e del realismo nella sua accezione più pura. Simon Porte Jacquemus ha lasciato ancora una volta i suoi spettatori a bocca aperta: una distesa enorme di grano e una passerella a S, delle colline verdi sullo sfondo e un cielo coperto da una foschia leggera e inequivocabilmente romantica, questa la location d’eccezione scelte per celebrare L’amour, l’ultima creazione artistica di Jacquemus. Una catena umana immersa nella sconfinato potere evocativo della natura ha rappresentato un processo creativo nuovo, realizzato con un ritmo più sostenibile che, come di tendenza ormai, ha combinato l’abbigliamento maschile e femminile. Tra il pubblico, la famiglia e gli amici del brand, che estasiato ha ammirato uno spettacolo sorprendentemente umile e bello, nello stesso modo in cui si farebbe tra le mura di casa di propria. 

Una collezione ridotta, fatta di materiali semplici e pochi colori, che hanno saputo dare una luce tutta nuova a dei capi che non hanno mai perso la loro identità. In un solo anno, e che anno, si è passati dall’inebriante profumo di lavanda, viola e dall’animo estremamente pop, alle spighe di grano e i loro colori tenui e luminosi, che suggeriscono un ritorno alle origini senza precedenti. Una sconfinata campagna francese ha ospitato una passerella fatta di curve, le stesse riprese dai dettagli degli abiti in collezione come le maniche a palloncino, le gonne lunghe sinuose e i crop top. La palette di colori richiama la tavolozza di un pittore naturalista: il bianco, il beige e il giallo e pochi accenni di celeste, rosa salmone e nero. Lo stile di Simon Porte pone ancora una volta l’accento sulle forme semplici ma incredibilmentesofisticate: maxi dress spaghetti strap che prendono lo stile dai lingerie dress per assumere un allure incredibilmente chic, camicie crop top squadrate che scoprono leggermente riga del seno senza essere mai volgari, completi maschili con scollature profonde fatti di blazer oversize e bermuda ton sur ton ma ancora completi maschili dalle forme morbide e piccole nappe o tagli di tessuto ad impreziosirli, quadri madras su sfondo bianco e colori pastello e fantasie astratteappena accennate ma di impatto. I tagli, magistralmente creati da Simon, sono fatti per stupire: cinture annodate là dove la vita è più bassa, figure scalene a comporre i top, cuscini al posto delle coppe per i bra. 

View this post on Instagram

"As an idea for this collection, L’Amour began as something different. I imagined people gathered together celebrating love. Alexander Ekman’s choreography of wheat tossed passionately through the air. Emir Kursturica’s film, Time of the Gypsies with its enchanting realism. These scenes of ceremony large and small. But what’s so beautiful about L’Amour is how it can endure—sometimes even grow stronger—in the absence of people being together. Not long after my team was separated from each other, we were all in our homes feeling the desire to work, and a new vision of the collection emerged. We became a human chain, every step of the creative process executed with love. In fact, every decision I make concerning JACQUEMUS is motivated first by love and common sense. It’s why we shifted to a more sustainable rhythm last year, with two shows combining menswear and womenswear, held in January and June. This decision ended up saving us this season, since we had received all our fabric orders ahead of the confinement. Deciding to go ahead with our usual collection schedule and with a show is at the heart of our visual identity, our commercial strategy. With this smaller collection, presented mainly to our family and friends, we bring our interior worlds out into the open, interpreting the humble fabrics and objects we live with that have their own poems to tell. Within the home, L’Amour reveals itself in small wonders. Separate but collectively, we realized that the home is a place of endless inspiration. These impressions are what I wanted to recreate in this setting today, where we have been fully sensitive to the circumstances. My team has put in an enormous effort these last few months, and I am so grateful that we arrived here, that we are gathered together in the end. For me, it is important for people to see that a true celebration of L’Amour is universal." Simon

A post shared by JACQUEMUS (@jacquemus) on

Gli accessori sono semplici per quanto oversize: ad adornare il viso e il decolltè della collezione donna, orecchini e collane a forma di foglia o di spiga e capelli raccolti in grandi spilloni vintage, sempre oro come il grano. La Chiquito è ancora protagonista nella sua versione mini, accompagnata da nuove bucket bags utilizzate sia per la linea donna che quella uomo, all’interno? Fragole appena raccolte e tanto Amour, come Jacquemus ha deciso.

Non perdetevi questa romantica poesia fashion sul sito di Jacquemus https://www.jacquemus.com

Top 5
Nameless Festival 2024: l’inizio della stagione dei festival estivi in Italia
I festival estivi, si sa, rappresentano una parte fondamentale della cultura italiana. Non sono solo eventi musicali, ma veri e […]
The Attico: ecco svelata la collezione Neapolis
The Attico, il brand italiano fondato da Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini, ha recentemente svelato la sua attesissima collezione Fall […]
Becoming Karl Lagerfeld: ecco perché guardare la serie dedicata al designer
Karl Lagerfeld, il visionario designer e Kaiser del fashion system, è scomparso nel 2019 – dopo aver scritto ben quattro […]
Aspettando Jacquemus a Capri: i best look delle migliori collezioni
L’evento è programmato per oggi, 10 giugno, a Casa Malaparte, la villa modernista italiana che appare nel film “Il disprezzo” […]
Le migliori mini gonne per la Primavera/Estate 2024
  Con l’arrivo della Primavera/Estate 2024, un’icona del fashion system fa (così come ogni anno) il suo trionfale ritorno: la […]
Non ci sono contenuti in archivio da mostrare