Lifestyle , People , People - March 18, 2015

Cosa c’è dietro The Row: l’evoluzione di stile di Mary-Kate & Ashley Olsen

olsen_copertinaLunedì il CDFA ha annunciato i nomi dei finalisti per la nuova edizione del suo premio annuale, i CDFA Fashion Awards. Mary Kate e Ashley Olsen sono state nominate per ben due categorie con il loro marchio The Row: la prima, in cui hanno trionfato già lo scorso anno, come Accessories Designer of the year e la seconda, una grande conquista, come Womenswear designer of the year.

The Row festeggia quest’anno i suoi primi 10 anni e con il suo stile pulito e minimale sta dettando le regole su cosa dovrebbe essere nell’armadio in questo momento, cioè abiti dal design concettuale che riflettono la  filosofia attuale delle gemelle: less is more (ma non parlando in termini economici!). Non è sempre stato così:  agli esordi infatti le Olsen erano conosciute (e anche molto criticate) per il loro abbigliamento eccentrico,  sicuramente ricco di dettagli. Nella gallery abbiamo fatto una review della loro evoluzione di stile nel corso degli anni: ve le ricordate?




























Top 5
The Attico: ecco svelata la collezione Neapolis
The Attico, il brand italiano fondato da Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini, ha recentemente svelato la sua attesissima collezione Fall […]
Becoming Karl Lagerfeld: ecco perché guardare la serie dedicata al designer
Karl Lagerfeld, il visionario designer e Kaiser del fashion system, è scomparso nel 2019 – dopo aver scritto ben quattro […]
Aspettando Jacquemus a Capri: i best look delle migliori collezioni
L’evento è programmato per oggi, 10 giugno, a Casa Malaparte, la villa modernista italiana che appare nel film “Il disprezzo” […]
Le migliori mini gonne per la Primavera/Estate 2024
  Con l’arrivo della Primavera/Estate 2024, un’icona del fashion system fa (così come ogni anno) il suo trionfale ritorno: la […]
Virginie Viard lascia la direzione creativa di Chanel
  Il mondo della moda si prepara a raccontare un nuovo capitolo, con l’annuncio dell’addio di Virginie Viard da Chanel. […]
Non ci sono contenuti in archivio da mostrare